Chiama lo Studio Galeota

+ 39.081.5586579

Linea telefonica 24h

Piazza Medaglie d'oro, 27 - Napoli

Fissa un appuntamento

contattaci ora

Chirurgia orale

Estrazione del dente del giudizio

L’intervento più frequente è quello dell’estrazione dei denti del giudizio inclusi. I denti del giudizio inclusi possono essere estratti attraverso interventi in anestesia locale senza gravi disagi per il paziente. Riteniamo sbagliato ricorrere all’anestesia generale per l’estrazione dei denti del giudizio, salvo casi di pazienti fobici o con handicap. I tutti gli altri casi riusciamo a metter il paziente a suo agio e a fargli passare l’ansia che a volte prova.

Se devono essere estratti tutti e quattro i denti del giudizio spesso lo si fa in più sedute per ridurre il disagio al paziente. Poiché l’estrazione del dente del giudizio superiore è in genere piuttosto veloce si dedica un po’ più di tempo a quello inferiore. I denti inferiori spesso sono più impegnativi e meritano la dovuta cura ed attenzione. Possiamo dire con soddisfazione, tuttavia, che il protocollo che utilizziamo riduce al minimo le complicanze ed i disagi.

Il Dott. Danilo Galeota è un dentista che opera a Napoli intervenendo in tutti i campi della chirurgia orale. Si effettuano interventi chirurgici nei campi di:

  • endodonzia,
  • implantologia,
  • parodontologia.

Fa male estrarre un dente?

Assolutamente no. Sia durante la fase del trattamento, sia durante la guarigione il paziente riceve una dose di anestesia sufficiente a togliere qualunque sensibilità e poi dei farmaci adeguati al controllo del dolore successivamente. Siamo confortati dal fatto che spesso il paziente ci dice che non si è nemmeno accorto del momento in cui il dente è stato estratto.

Se c’è un’infezione si può fare un’estrazione?

Ci sono casi in cui un dente ha sviluppato un’infezione acuta che è meglio curare prima dell’estrazione, tenendo sotto controllo il dolore con antidolorifici mentre l’antibiotico elimina l’infezione. Ma qualche volta, sotto copertura antibiotica, può essere meglio estrarre il dente subito. In casi di infezione cronica va valutata la situazione e, con adeguata attenzione durante la fase di anestesia, il dente può essere messo completamente “a dormire” e poi estratto.

E’ opportuno estrarre il dente del giudizio?

Va fatto un bilancio dei fattori pro e contro il trattamento.

  • Fattori a favore dell’estrazione: dente senza antagonista (non serve a masticare), dente impossibile da pulire (si carierebbe e sarebbe da togliere in condizioni più difficili), dente con tasca parodontale anteriore (mettere assolutamente sotto controllo i problemi parodontali per salvare il dente davanti, molto più importante del dente del giudizio), dente con carie profonda (non devitalizzabile e destinato a cariarsi di più.
  • Fattori contro l’estrazione: insufficiente apertura della bocca, desiderio contrario del paziente. Quando vi sono problemi di articolazione della mandibola non sono facilmente prevedibili gli effetti dell’estrazione. In ogni caso ben difficilmente oggi si considera di qualche utilità il dente del giudizio per fare un ponte protesico inglobando con altri denti anteriori; l’implantologia oggi ha risolto brillantemente il problema in modo diverso.

Un criterio guida comunque resta fondamentale: è in grado il paziente di tenere ben pulito il dente del giudizio (con filo e spazzolino usati costantemente)? Se la risposta è sì l’estrazione forse può anche essere spostata in là nel tempo. D